Oggi l’argomento cibo e cucina contende lo spazio sui media ai serial sugli omicidi di tutti i tipi, l’associazione è un po’ sconvolgente quasi che l’uomo “sociale” si nutra in egual misura di cibo, di vario genere e di criminalità più o meno truculenta.

Io mi occuperò di cibo e ristoranti, parlandone non da esperto, ma da fruitore ed illustrando le mie esperienze, sperando che in qualche modo possano interessare a qualcuno.

Con il termine cibo intendo sia il mangiare che il bere, perché considero il vino alla stregua delle specialità più raffinate e non un accompagnamento dei cibi, perché ci sono vini che devono essere accompagnati dai cibi e non viceversa.

Presenterò un elenco di locali visitati e di vini degustati insieme a cibi, a volte difficilmente descrivibili di cui fornirò solo le impressioni olfattive e gustative.

Non intendo svolgere il ruolo di esperto o valutatore, normalmente scrivo nei siti appositi e solo per recensioni positive, solo in casi estremi le recensioni sono negative.

In questo sito annoto solo le mie opinioni ed i racconti delle mie esperienze, non desidero influenzare nessuno o farvi andare in questo o quest’altro ristorante, scrivo solo dove sono andato e come mi ci sono trovato, portando anche le opinioni di chi mi accompagnava, che quasi sempre sono state concordi.

Utilizzerò un mio personalissimo metodo per assegnare un punteggio, perché considero le stelle, i cappelli, i bicchieri e quant’altro delle valutazioni troppo sintetiche, non spiegate e quindi soggette a molte personalizzazioni di tutti generi e ritengo che gli addetti ai lavori comprendano il senso di tale affermazione.

Le mie valutazioni saranno basate su un punteggio totale di 100 punti

70 per il cibo

20 per la carta dei vini

5 per la location (brutta parola per dire “il posto”)

5 per il servizio

Per ora inserisco questo elenco (spero) provvisorio, dei ristoranti che ho visitato e spero si allunghi sempre ….

Ne ho visitato anche altri, ma come ho detto prima o ne parlo bene oppure non ne parlo, che senso avrebbe descrivere una carne immangiabile, un vino avariato e proposto come buono, oppure un servizio demenziale, questi posti non meritano né il mio né il Vostro tempo, in quelli che trovate su questo sito si mangia ad un livello dal più che sufficiente al massimo e per me questo basta.

1741 (Strasburgo)

Akelar (San Sebastian Spagna)

Al Cambio (Torino)

Al Passo (Mestre)

Al Pescatore (Canneto sull’Oglio)

Aldo Moro (Montagnana)

Aqua Crua (Barbarano)

Auga (Gijòn Spagna)

Casa Perbellini (Verona)

Casa Urola (San Sebastian Spagna)

Castello di Zemono (Slovenia)

Cera (Campagnalupia)

Combal Zero (Rivoli)

Convivio Troiani (Roma)

Corte Pallavicina (Cremona)

Cracco (Milano)

El Coq (Vicenza)

Fuel Ristorante al Prato (Padova)

Grano di Pepe

Kokotxa (San Sebastian Spagna)

Il Ciau del Tornavento (Alba)

Il Gallo (Cremona)

Il Giardino del Gusto (Ventimiglia)

Iyo (Milano)

Joe stone crab (Miami Beach)

Juvia (Miami Beach)

La Capra (Capodistria)

La Chiesa (Monfumo)

La Corte del Re (Modena)

La Francescana (Modena)

La locanda dei frati (Siena)

La Madonnina al Pescatore (Senigallia)

La Magnolia (Cattolica)

La Peca (Lonigo)

La Posa degli Agri (Padova)

Lazzaro 1915 (Pontelongo)

Le Calandre (Padova)

Le Jardin de Bellevue (Metz)

Le Laite (Sappada)

Locanda Baggio (Asolo)

Locanda Leon d’oro (Pralboino Brescia)

Magorabin (Torino)

Martin Berasategui (San Sebastian Spagna)

Marzapane (Roma)

Metamorfosi (Roma)

Mirazur (Mentone)

Niko Romito (Castel di Sangro)

Nostrano (Pesaro)

Perbellini (Isola Rizza Vr)

Piazza Duomo (Alba)

Piccolo Lago

Pipero al Rex (Roma)

Radici (Padova)

Relais San Maurizio (Langhe)

Ristorante Osteria da Mauro (Mirano)

Ruiz (Slovenia)

Santo Pietro meo modo (Chiusdino)

Spinechile (Schio)

Tana Gourmet (Asiago)

Tre Quarti

Uliassi (Senigallia)

Villa Giusti Cannavacciolo (Orte San Giulio)

Villa Selvatico (Roncade)

Zuberoa (San Sebastian Spagna)

 

 

 

 

 

 

Share This

Share this post with your friends!