Non ho usato volutamente il termine hobby, perchè per quanto possibile utilizzo le parole di una lingua, l’italiano, che è la più articolata e vasta del mondo e che noi distruggiamo giorno dopo giorno, usando acronimi, anche in altre lingue che non conosciamo a sufficienza per conoscere il vero significato degli acronimi stessi, oppure trasformando il congiuntivo in presente, come in inglese.

Parlo e scrivo in italiano, perchè è la mia madrelingua, nella quale posso esprimermi nel modo migliore e dalla quale si capisce ciò che voglio dire e si comprende anche se so di cosa sto parlando, oppure no.

In questa sezione di questo sito, presenterò le foto di alcuni lavori che ho eseguito nei ritagli di tempo che decido alla manualità, alternandoli alla lettura ed alle altre cose che mi piacciono e che sono presenti in altre sezioni.
A tre anni indossavo una tuta da lavoro in tela blu, per aiutare mio padre in tutti i lavori che faceva, a casa dopo il lavoro in fabbrica.
Sapeva fare tutto, quindi ho avuto un grande maestro, dal quale ho imparato solo cosa si può fare, mentre il saperlo fare è tutt’altro.

Mio padre faceva qualsiasi lavoro, dagli impianti elettrici della casa nuova, ai mobili in metallo smaltato (tutto rigorosamente lavorato a mano), dall’assemblaggio delle bici, ai lavori di muratura, che non ho mai saputo fare.
Lui ha costruito una casa di due piani, usata come annesso rustico, partendo dalla sabbia e dal cemento, realizzando anche lo stampo per i blocchi.
Lui è stato un grande, io ho progettato e costruito la mia di casa, assieme a degli amici senegalesi, lasciando gli impianti a dei professionisti e le murature ad un signore che faceva il pasticcere al mattino ed il muratore al pomeriggio, ma tutto ciò non si avvicina a quello che sapeva fare lui.

Il risultato me lo godo tutti i giorni, ci sono dei difetti, che giustifico, perchè mi voglio bene, ma devo dire che dopo oltre vent’anni, non ho dovuto eseguire alcuna manutenzione significativa.
I miei amici la conoscono già quindi non pubblicherò le foto della mia casa, anche perchè non è stat un passatempo, ma un’esigenza primaria.
Ciò che vedrete in questo sito è solo il frutto del mio lavoro nel tempo che ho dedicato e dedico alle attività “ricreative”, che sono in sintesi: lettura, musica, lavori manuali e cucina di altissimo livello, ma per quest’ultima solo da fruitore, cioè non cucino altrimenti dovrei avere un aiuto costante per sistemare il caos che mi lascio dietro.
Per il settore cucina posso solo annoverare i tortellini e le tagliatelle che faccio con la nipotina durante l’inverno, cioè l’unico periodo in cui stiamo assieme.
Tutto ciò premesso, se Vi è rimasta un pò di voglia potete prendere visione di ciò che ho fatto, entrando nelle varie aree, spero che Vi divertiate.

         

 

Dopo aver dipinto palle, magliette, scarpe e quadretti si Snoopy, mi è venuta voglia di apprendere le basi della pittura e mi sono iscritto ad un corso, con i seguenti risultati.

Share This

Share this post with your friends!